Storia

il nostro nuovo amico Biscotto

a famiglia si è allargata.....il vecchio Richard è andato definitivamente in pensione ma è subentrato provvidenzialmente un nuovo cavallo il cui nome BISCOTTO rispecchia la dolcezza del suo carattere
è diventato subito il compagno preferito nei giochi dei bambini e dakota e matilde si sono innamorate di lui...in effetti è molto bello
Ben arrivato !!

Altre immagini



la nostra favola

...C'era una volta e ora c'è!

Forse non sai che poco distante da casa tua accade ogni giorno un miracolo!

I protagonisti di questa avventura sono tre, ma se hai voglia di seguirli fino alla fine del racconto forse scoprirai di esserci anche tu!

il nuovo logo dell'associazione

finalmente abbiamo il nostro logo ..... creato apposta per noi dalle ragazze del laboratorio della Comunità La Venenta di Argelato .....abbiamo aspettato tanto ma ne è valsa la pena , è piaciuto tantissimo a tutti ......
sarà dipinto a mano e personalizzabile con colori diversi e su qualsiasi capo (per ora abbiamo provato pile, cotone e tessuto impermeabile) .....si accettano prenotazioni !!!!! scrivete dai contatti

Altre immagini



quale progetto per mio figlio

Quando: 
Venerdi, 4 Aprile, 2014 - 19:00

serata di scambio e confronto sugli obiettivi educativi del progetto presso la Comunità di Marana tha di San Giorgio di Pian
Programma
Ore 19,00 buffet di benvenuto (se come al solito qualcuno vuole portare qualcosa è ben gradito)
Ore 20,30 presentazione della storia del progetto
Ore 21,00 la comunicazione emotiva e lo spazio aperto alla relazione col diverso
A seguire foto e video con discussione libera
Sarò a vostra completa disposizione per dubbi e domande
o

CAMBIO SEDE OPERATIVA

grazie ai proprietari dell'azienda che ci hanno calorosamente accolto e messo a disposizione la struttura
ai miei genitori che mi hanno accompagnato nelle situazioni difficili
a Claudia e Luigi che hanno aiutato a montare la casetta
ai ragazzi di Maranatha che hanno aiutato a ripulire gli spazi
a Michele che ha aiutato a spostare la roulot
a Roberto che ha trasportato i cavalli
.......senza di voi non sarebbe stato possibile affrontare tutto in così poco tempo......
grazie di cuore

Altre immagini



noi delle terre terremotate

Minerbio , paese di confine tra Bologna e Ferrara, a pochi chilometri da Sant Agostino……sono le quattro di mattina del 20 maggio e un boato seguito da un movimento sussultorio e poi ondulatorio scuote la terra e le case…….mi sveglio e penso a un’esplosione…..poi realizzo che tutto attorno a me si sta muovendo e così come sono scappo in strada ……qui ci si guarda increduli , un terremoto così dalle nostre parti non c’era mai stato e la nostra terra era sempre stata giudicata non sismica ……
In scuderia i cavalli sembrano non essersi spaventati più di tanto ma a guardar bene la struttura, sia la parte abitativa che i box, presentano crepe ben evidenti……
E’ domenica mattina e a pomeriggio ho attività coi bambini
Decido di lasciare i cavalli in paddok per sicurezza e cerco di spostare tutto il lavoro all’aperto
Nel pomeriggio purtroppo il tempo non è dei migliori e lavoro sotto al coperto, costruito di recente e sicuro
Alle 15 circa i cavalli si bloccano e fissano un punto lontano all’orizzonte ……..sbarrano gli occhi …..dilatano le narici……. , il respiro è sospeso…..
Dopo pochi secondi un altro boato , la struttura del capannone fa un rumore di ferraglia e i neon appesi ondeggiano…….. un ‘altra scossa…….ma i cavalli non si muovono e restano fermi guardandomi attoniti come per chiedermi cosa fosse successo…. Io mi avvicino e li accarezzo , loro sbruffano lasciando andare la tensione
in quel momento ho capito che tutto quello che faticosamente avevo costruito poteva svanire in un attimo e che la situazione sarebbe stata pericolosa e precaria…… cosa che ho toccato con mano andando nelle zone più vicine all’epicentro, dove la gente terrorizzata viveva in macchina o in tenda
Nai giorni successivi ho cercato di dare continuità all’attività per rassicurare i bambini e dargli la possibilità di elaborare l’accaduto , percepito in modo diverso in base alla patologia e all’emotività
Dopo la seconda seconda scossa ,a una settimana di distanza , abbiamo fatto intervenire i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile per capire l’entità delle lesioni dell’edificio e la sua sicurezza
E’ stato necessario evacuare la parte abitativa ………
Grazie ad una catena di solidarietà ed attraverso la Protezione Civile del Mugello ci è stata donata una piccola roulot che ha permesso di portare avanti i campi estivi , tra mille dubbi e peripezie…….con tanta fatica ….ma I sorrisi e i ringraziamneti dei genitori hanno ripagato la tenacia nell’andare avanti e i bambini hanno potuto fare esperienze significative e divertenti aiutandosi nelle loro difficoltà (l’associazione unisce in un progetto d’integrazione disabili intellettivo relazionali e normodotati)
…io ho sperimentato nel mio piccolo il senso della precarietà che mi ha permesso di rivalutare e dare una diversa priorità alle cose , di scoprire che veramente nulla è scontato e che si può gioire di poco…che la vera forza non è in quello che hai ma in quello in cui credi…..

Barbara Associazione Un Cavallo per amico

Altre immagini



la storia dei nostri cavalli

devo dire la verità .....il progetto è nato per dare un futuro a cavalli problematici....ovvero a quei cavalli che per comportamento o deficit fisici non avrebbero avuto un futuro....una sorta di "riabilitazione incrociata" tra uomo e animale.
Matilde non aveva un nome, era lasciata in box in quanto ingestibile ; la prima volta che la vidi era con la testa in un angolo , magra e di un colore grigio topo (ora ha un mantello appaloosa), decisi quindi di mettermi alla prova su tutti i fronti ; per conquistare la sua fiducia e curare la sua magrezza e i suoi piedi c'è voluto tempo e pazienza, ma ora è il pilastro portante dell'attività , insostituibile nella sua capacità di "leggere dentro" .
Dakota è stata presa per salvarla da maltrattamenti sia fisici che psicologici ; c'è voluto molto tempo per recuperare le sue gambe e i suoi polmoni e a toglierla dal suo " autismo" ; è ancora nel percorso di "rieducazione" ma è già sulla buona strada........

Altre immagini



Equamente

 La bellezza della relazione nella ricchezza della diversità